L’Italia ha il suo (inaspettato) Trump

salvini con trump

Piaccia o meno, è Matteo Salvini il vero vincitore di queste elezioni.

Lo so, lo so che il Movimento 5 Stelle ha preso quasi il doppio dei voti, e che sono quindi i “grillini” il primo partito d’Italia. Ma questo – seppur magari in dimensioni differenti – era un risultato ampiamente atteso. Lo era, invece, decisamente meno che il “Capitano” portasse la Lega a tre risultati storici, che non erano riusciti nemmeno al miglior Umberto Bossi o a Bobo Maroni. Salvini, infatti, ha portato la Lega oltre il 15% (al 17,4, per l’esattezza), centrando una buona affermazione anche al centro-sud, e scavalcando Forza Italia (ferma al 14%) all’interno della coalizione di centrodestra.

Il risultato è che, almeno sulla carta, Matteo Salvini è il premier in pectore della principale forza parlamentare eletta a Roma con il voto del 4 marzo.

Come ci è riuscito? Capendo meglio di altri come, cosa dire e quando dirlo.

Da un punto di vista “formale”, quella di Salvini non è stata una campagna elettorale grandiosa: ci sono state promesse elettorali ben più roboanti delle sue, ci sono state presenze sui media “tradizionali” ben più pesanti della sua, e sembrava che più protesta potesse assorbire il Movimento 5 Stelle, tanta meno ne sarebbe rimasta a lui.

Eppure…

Leggi tuttoL’Italia ha il suo (inaspettato) Trump

Il Movimento 5 Stelle all’assalto del nord

movimento 5 stelle al nord

Negli ultimi giorni ho letto e riletto un articolo molto interessante che parla del Movimento 5 Stelle e delle prossime mosse in preparazione delle elezioni politiche del prossimo anno.

Lo puoi leggere qui, ma se non hai voglia e tempo di farlo (è lunghetto) ti riassumo io i punti chiave :

  • Per ora il baricentro del Movimento è sbilanciato verso il Centro-Sud;
  • Per provare a vincere le prossime elezioni Politiche, il Movimento 5 Stelle dovrà conquistare le terre che si sono finora mostrate più diffidenti nei suoi confronti. Quelle del Nord;
  • Al Nord il centrodestra a trazione leghista ha ricominciato a macinare consensi. L’obiettivo del movimento di Beppe Grillo è dunque di raggiungere il 20% anche in quelle regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto);
  • Per riuscirci si concentrerà molto probabilmente su un messaggio differenziato rispetto a quello che verrà portato per esempio al Sud. Si dovrà parlare meno di reddito di cittadinanza e più di impresa, sicurezza e immigrazione;
  • Un passo importante, i 5 Stelle lo hanno intanto compiuto rendendo possibili i referendum consultivi per l’autonomia della Lombardia e del Veneto. Sono stati i loro voti a essere determinanti nei rispettivi Consigli regionali;
  • Con i referendum di Lombardia e Veneto i 5 Stelle segnalano dunque due prospettive. La prima è che non vogliono essere solo il partito dei No. La seconda è che il terreno di contesa elettorale con la Lega di Matteo Salvini è sempre più ampio. Non solo l’euroscetticismo e l’immigrazione, c’è anche il tema delle autonomie territoriali;
  • Quello che ai 5 Stelle manca ancora – soprattutto al Nord – è di essere considerati interlocutori pienamente affidabili. Non basta sventolare il tema della legalità;
  • Se l’obiettivo è di prendere il 20% in regioni come la Lombardia, occorre infatti considerare che nel 2013 al 25,5% raccolto a livello nazionale corrispose il 14,3% delle Regionali.

Fine del riassunto, ora iniziamo a discuterne. 

Leggi tuttoIl Movimento 5 Stelle all’assalto del nord

Populismo : il vero significato e il segreto per batterlo definitivamente, da mettere in pratica subito se sei disperato e non sai più come comportarti con gli elettori

populismoPopulismo : è questa la parola che, più di ogni altra, negli ultimi tempi, esce dalla bocca dei politici e, quasi sempre, con una connotazione negativa.

Demagogia e qualunquismo sono due sinonimi “forzati” che vengono usati.

Ma cos’è questo populismo?

Qual è il significato di populismo?

Vediamo, per prima cosa, la definizione di populismo che si trova su Wikipedia.

Il populismo è un atteggiamento culturale e politico che esalta in modo demagogico e velleitario il popolo, sulla base di principi e programmi generalmente ispirati al socialismo. Il populismo può essere sia democratico e costituzionale, sia autoritario. Nella sua variante conservatrice è spesso detto populismo di destra.

Prima di continuare a leggere questo articolo voglio che tu sappia una cosa : questo articolo non è contro il populismo e i populisti.

Io voglio bene a entrambi e sono grato che esistano in politica.

Se ti stai chiedendo, quindi, perché scrivo un articolo in cui spiego il mio punto di vista su come battere definitivamente il populisti, facendo un favore ai loro detrattori, ti rispondo subito con due motivi :

  • Sono un caso studio e mi danno la possibilità di analizzare in profondità la psicologia di quell’essere, spesso indecifrabile, chiamato elettore;
  • Tutti i media e gli studiosi fanno a gara per trovare le ragioni (e le conseguenze) dell’esponenziale crescita di consenso dei populisti, ma raramente ho visto qualcuno che si spendesse per trovare un antidoto efficace.

Io, come spesso accade, vado nella direzione contraria.

Quindi per me è una sfida, niente di personale.

Se non sono stato abbastanza convincente, allora prova a rispondere a questa domanda. 

Leggi tuttoPopulismo : il vero significato e il segreto per batterlo definitivamente, da mettere in pratica subito se sei disperato e non sai più come comportarti con gli elettori