Cosa hanno in comune Sport e Politica?

finali nbaSi stanno giocando le Finals NBA tra i San Antonio Spurs ed i Miami Heat, la rivincita dello scorso anno.

Gara 1 a San Antonio (Texas) è stata vinta dalla squadra di casa ma la partita ha avuto due momenti clou :

  1. Il guasto all’impianto dell’aria condizionata (quindi temperatura ed umidità alta sul campo di gioco)
  2. L’infortunio del miglior giocatore del mondo, Lebron James dei Miami Heat (i crampi come conseguenza delle condizioni climatiche?)

Fatto sta che non è passata inosservata una intervista di Jason Terry, ex campione NBA con i Dallas Mavericks.

Ora…lungi da noi di parlare di complotto, o dire che il guasto all’aria condizionata è stato preparato ad arte, o dire che le condizioni muscolari di Lebron James e quel suo “problemuccio” erano conosciute e si sarebbero accentuate con determinate condizioni climatiche…

Però i fatti parlano chiaro : senza il miglior giocatore del mondo nei momenti decisivi dell’ultimo quarto la gara è stata condizionata. Questo non significa che avrebbe per forza vinto Miami, vista la tradizione favorevole in casa degli Spurs, ma sicuramente avrebbe avuto molte più possibilità.

Cosa c’entra la finale NBA con la Politica?

E’ presto detto. Lo studio “maniacale” dell’avversario e l’individuazione dei suoi punti deboli è fondamentale in fase iniziale, soprattutto in competizioni elettorali incerte.

Quando partecipi ad una campagna elettorale ricordati sempre le parole del buon Jason Terry (indipendentemente che quello da lui detto sia vero o meno).

P.S. : leggi questo nostro articolo ed avrai le idee più chiare.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.